Ignorante con Stile
Ironia: vaccino senza controindicazioni

Quel che ti pare. Storie di vita oltre i cliché


Pochi giorni mi separano dalla presentazione del volume che ospita i racconti vincitori del concorso “Il colore delle donne”. La casa editrice, assai efficiente, prepara quasi giornalmente dei post sui social in cui mi tagga. Sono pure gradevoli a vedersi e a leggersi, come certi...

Se son rose fioriranno


Nel pomeriggio di ieri ho preso il treno per Torino. Appena salito abbiamo scoperto – gli altri passeggeri provenienti dalla mia stazione ed io – che una delle porte di collegamento tra un vagone e l’altro non funzionava. Ce l’ha reso noto un viaggiatore che...

Abbiate fede nelle chat


Le chat d’incontri in generale sono una realtà così scontata che parlarne equivale ad annunciare la scoperta dell’acqua calda. Ne esistono per tutti i gusti: per anime solitarie, per curiosi, per timidi, per belli o brutti, per spiriti focosi. Alcune offrono opportunità davvero efficaci. È...

Fisica come e dove non la si è mai sentita


In questo travagliato mondo c’è sempre un luogo che abbisogna d’essere civilizzato, e lì – in quello sparuto posto dimenticato dagli dei – immancabilmente si trova qualcuno che brama la conoscenza come un single agogna l’anima gemella. Un tempo erano i dotti ed eruditi gesuiti...

Luci d’artista: a non tutti piacciono i coni gelato


Le luci d’artista sono opere creative che la città di Torino da decenni installa per le vie e le piazze del centro storico per conferire al Natale un connotato culturale. Elevano lo spirito e insegnano ai mortali che può esserci qualcosa di più sublime, eccelso,...

Zucche vuote e zucche a mani giunte


Ero uscito nel secondo pomeriggio a fare due passi in centro. L’aria era fresca, per nulla fredda, e l’andirivieni dei passanti invogliava a indugiare sotto i portici, senza fretta. Eppure percepivo un disagio diffuso, come se l’atmosfera fosse permeata da una presenza impalpabile ma nel...

Essere o apparire? Questo il dilemma!


Di apparire oggi se ne sente una gran necessità, ben oltre l’amletico «essere o non essere». Non mi riferisco alla santa Vergine, che ad apparire pare abbia sempre meno intenzione, non fosse per la difficoltà di trovare interlocutori in giovane età dall’animo semplice, con i...

Come t’invito a messa lasciandoti di stucco


A messa si va per svariate ragioni, talvolta perfino se acattolici, ma a quanto pare l’iniziativa di chi ha promosso questo manifesto voleva persuadere senza andar troppo per le lunghe. Un po’ come se un’agenzia matrimoniale pubblicasse un’inserzione del tipo: «fa la proposta adesso, non attendere...

Quando sarò grande vorrò fare l’uomo


Me lo sono ripromesso: una volta che crescerò farò l’uomo. Alludo al modello virile di ogni “maschio alfa” che si rispetti. Per ora m’accontento di essere ciò che sento più naturale: una persona con i suoi pro e contro, come quasi tutti i mortali. Al...

La buona e la bella politica


La politica è questione seria, da maneggiare con cura come i pacchi contrassegnati dal simbolo del bicchiere o quelli “bomba” da disinnescare con prudenza. Inoltre parlare di politica presuppone competenza, altrimenti si rischia la figura “del cioccolataio”, come s’usa dire qui in Piemonte. Ciò non...