Ignorante con Stile
Ironia: vaccino senza controindicazioni


Archivio: ottobre 2017


Zucche vuote e zucche a mani giunte


Ero uscito nel secondo pomeriggio a fare due passi in centro. L’aria era fresca, per nulla fredda, e l’andirivieni dei passanti invogliava a indugiare sotto i portici, senza fretta. Eppure percepivo un disagio diffuso, come se l’atmosfera fosse permeata da una presenza impalpabile ma nel...

Essere o apparire? Questo il dilemma!


Di apparire oggi se ne sente una gran necessità, ben oltre l’amletico «essere o non essere». Non mi riferisco alla santa Vergine, che ad apparire pare abbia sempre meno intenzione, non fosse per la difficoltà di trovare interlocutori in giovane età dall’animo semplice, con i...

Come t’invito a messa lasciandoti di stucco


A messa si va per svariate ragioni, talvolta perfino se acattolici, ma a quanto pare l’iniziativa di chi ha promosso questo manifesto voleva persuadere senza andar troppo per le lunghe. Un po’ come se un’agenzia matrimoniale pubblicasse un’inserzione del tipo: «fa la proposta adesso, non attendere...

Quando sarò grande vorrò fare l’uomo


Me lo sono ripromesso: una volta che crescerò farò l’uomo. Alludo al modello virile di ogni “maschio alfa” che si rispetti. Per ora m’accontento di essere ciò che sento più naturale: una persona con i suoi pro e contro, come quasi tutti i mortali. Al...

La buona e la bella politica


La politica è questione seria, da maneggiare con cura come i pacchi contrassegnati dal simbolo del bicchiere o quelli “bomba” da disinnescare con prudenza. Inoltre parlare di politica presuppone competenza, altrimenti si rischia la figura “del cioccolataio”, come s’usa dire qui in Piemonte. Ciò non...

Ovunque… indipendentisti ovunque: realtà o immaginazione?


Mi scuso fin da subito se questo articolo all’apparenza abbia un interesse solo locale, ma le recenti congiunture accorse in Spagna, e nello specifico nella Catalogna, hanno infiammato i cuori di tutti coloro che anelano alla libertà dal potere centrale di uno Stato. Moltissimi, attraverso...

Questa mattina mi son svegliato…


Fino ad oggi ho pensato che nella civile Europa l’esercito servisse a difendere i sacri confini, a combattere guerre giuste, a esportare democrazia nel mondo, ad aiutare le popolazioni nelle calamità naturali, a gareggiare alle Olimpiadi, e ad appagare l’occhio con marziali sfilate durante le...