Ignorante con Stile
Ironia: vaccino senza controindicazioni


Amenità


Dio ti vede ma il mio scatto fa di più: la spia


«Chi fa la spia non è figlio di Maria, non è figlio di Gesù. Quando muore va laggiù, va laggiù da quell’ometto che sia chiama diavoletto».   Filastrocca rispolverata tra i ricordi d’infanzia. Era la cantilena che mia madre ci metteva in testa ogni volta...

Attimi di spensierata leggerezza


La leggerezza di certi momenti talvolta mi capita di viverla incrociando altri per strada e si rivela un’opportunità di coinvolgimento inaspettata. Di recente tre episodi mi sono rimasti impressi, benché effimeri e tutto sommato ordinari. Una bella notizia Ero in pausa pranzo, seduto con mia figlia a...

I colori dell’ amore: una domanda e le risposte


L’ amore ha una tale complessità di definizioni che non sarò certo io a coniarne una nuova. Non da sobrio, per lo meno. Inoltre mi pare presuntuoso emulare il “petaloso” che a suo tempo riscosse il giubilo universale. Però di quanto all’ amore, a talune...

Un inizio di settimana insolito


Stamattina al lavoro mi è accaduta un’esperienza inconsueta. Per una serie di cause ho accompagnato dei ragazzi in visita nel castello dove lavoro: mansione che non mi capitava di svolgere da parecchio tempo. Erano due classi di una scuola media di un paese vicino alla...

La prima cotta, disvelata dopo 30 anni


Una cotta – probabilmente anche più d’una – l’abbiamo avuta tutti nella vita. Il fatto è che non sempre a questa segue un riscontro: capita… quando uno se la tiene per sé, o qualora entrambi non possiedano facoltà telepatiche. A me accadde alle superiori, allorché...

In un castello meglio cortigiana. Etera in biblioteca


L’archivio storico di cui indegnamente mi occupo condivide gli spazi con una biblioteca, all’interno di un castello medievale. Ebbene, di recente una mano misteriosa ha lasciato segno della propria intraprendenza su una lastra in pietra che funge da ripiano all’ingresso della scalinata, nel loggiato interno. Di...

Incrocio le dita e confido nella fortuna


Non faccio troppo affidamento sulla fortuna come non credo nella sfortuna, ma talvolta pare che i gesti scaramantici siano necessari, per quanto assurdo. Mi è capitato di dover spedire un modesto pacco: conteneva un libro per un caro amico. Ho preparato l’involucro con la classica...

La più breve amicizia della mia vita


Amicizia: da tempo vorrei scriverne, pur sapendo che non sarò né il primo né l’ultimo, ma trattandosi di un argomento impegnativo continuo a posticiparlo. Sta di fatto che stamattina mi sentivo piuttosto nervoso. Domani mi toccherà un’operazione, programmata da tempo, che mi preoccupa non tanto...

Zucche vuote e zucche a mani giunte


Ero uscito nel secondo pomeriggio a fare due passi in centro. L’aria era fresca, per nulla fredda, e l’andirivieni dei passanti invogliava a indugiare sotto i portici, senza fretta. Eppure percepivo un disagio diffuso, come se l’atmosfera fosse permeata da una presenza impalpabile ma nel...

Essere o apparire? Questo il dilemma!


Di apparire oggi se ne sente una gran necessità, ben oltre l’amletico «essere o non essere». Non mi riferisco alla santa Vergine, che ad apparire pare abbia sempre meno intenzione, non fosse per la difficoltà di trovare interlocutori in giovane età dall’animo semplice, con i...