Ignorante con Stile
La realtà non supera la fantasia. Quasi mai, perlomeno.

Del più e del meno: la quaglia


Gentili lettrici e lettori,  

questa nuova rubrica “del più e del meno” spero possa appassionare voi quanto accade per me.

Il tema che propongo nel cuor della notte è una ricetta per cucinare ammodo la quaglia. 

Se ne prende una – ché abbondano nei nostri prati e volano basso, ragion per cui è assai agevole catturarla – poi, allorché avrà reso l’anima al creatore, la si spiumi, la si risciacqui e infine la si condisca con erbe aromatiche.

Prima d’infilarla al forno si abbia la premura di legarla ben bene con della pancetta, o comunque del lardo, siccome il volatile è poco grasso e la carne invero tende a asciugare, cuocendo. 

Quando l’abbruciamento avrà fatto il suo dovere, tiratela fuori di lì e servitela su un piatto, accompagnata da un bicchiere di vino a piacimento. 

Buon appetito e arrivederci al venturo articolo di “del più e del meno“. 

Ti è piaciuto l'articolo? Puoi condividerlo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: