Ignorante con Stile
Ironia: vaccino senza controindicazioni

Non sono neppure belli


Immagine

 

 

Sta girando una petizione su internet. Beh, il fenomeno non è proprio una rarità come il veder comete in cielo o la Chiesa farsi povera, perché di frequente le nostre tribolate coscienze sono messe alla prova su dilemmi più grandi di noi: – mi schiero nel denunciare lo scioglimento dei ghiacci? sono solidale contro l’estinzione della farfalla Parnassius Bremeri? mi esprimo a favore del gemellaggio con gli alieni? depreco anch’io la poligamia delle suore con un unico sposo quale pratica moralmente inaccettabile?… – e via discorrendo. L’appello stavolta pare però più strampalato del solito, sebbene abbia l’incommensurabile vantaggio di procedere virtualmente, senza dover comprare matite o gadget, ne’ mettere firme lasciando un obolo, come avviene per strada.

[Prooemium] È richiesto di unirmi a una schiera di bontemponi per condannare la possibile riduzione delle ore d’insegnamento della filosofia nelle scuole superiori. Ma scherziamo? Proprio adesso che il nostro Paese inizia ad avere risultati piuttosto apprezzabili nella lotta all’esecrabile attività mentale di ciascuno, si vorrebbe mantenere le medesime ore scolastiche per la filosofia?

[Questio prima] Dove andremo a finire, se buttiamo alle ortiche il lavorio certosino, capillare, costante di coloro che hanno profuso energie e denari per cancellare ogni altrui anelito a pensare con la propria testa?

[Questio secunda] E poi… un po’ di rispetto per i morti! La Chiesa avrebbe fatto giustiziare invano filosofi come Giordano Bruno, Tommaso Campanella, Pietro Giannone, per citare i più noti dell’età moderna? Tutta la legna usata per i roghi anziché gustose braciolate, le fatiche per strappare confessioni e invane abiure, i fiumi e fiumi di parole versate… sforzi inutili se si mantenessero le eguali ore di filosofia in classe.

[Narratio] Certo non la si deve eliminare del tutto altrimenti, come per ogni cosa che non si ha più, finisce che la si ricerchi e si desideri maggiormente, come accade per la libertà, per la giustizia, il buon senso, etc. etc.: ecco perché ritengo appropriate “le frasi fatte” estrapolate dai filosofi e postate su facebook, appositamente preconfezionate da ignoti filantropi; le più leziose inserite in un riquadro colorato. Si rivelano insperatamente funzionali. Consentono di fare bella figura anche al più inossidabile dei caproni; danno un tocco di civetteria alle sciantose, nobilitandone l’immagine; vanno bene per ogni occasione.

[Probatio] Oggi è più che sufficiente essere un hipster per incarnare il ruolo di uomo pensante. Ne basta e avanza.

[Argumentatio] Nella nostra società la filosofia non solo è inutile ma finanche imbarazzante: fino a ieri, quando un amico era giù di morale, lo potevi consolare invitandolo “a prendere la vita con filosofia”. Con la crisi, i debiti, la mancanza di lavoro, l’endemica tribolazione per sbarcare il lunario, suona come un insulto. Si rischia di essere malmenati a sangue.

[Questio tertia] Infine, cosa ci ha lasciato in eredità la filosofia nel nostro mondo occidentale? Il concetto di amore platonico. Già. Il problema è che nella contemporaneità è inapplicabile. Ma vi pare che qualcuno possa ancora voler bene a un suo simile così… giusto per il solo piacere di volergli bene, nella piena consapevolezza di non trarne altro utile se non l’appassionato ma disinteressato anelito d’amore, senza riscontro, senza nulla in cambio, senza un tornaconto fisico o materiale? Ovviamente o si riesce a concupire la persona desiderata, oppure se ne ottiene un vantaggio tangibile, altrimenti che senso ha amarla platonicamente? Amore platonico al massimo può andar bene come alternativa concettuale al più prosaico onanismo,  “in mancanza di…”.

[Conclusio] E comunque soltanto per una ristretta cerchia di eletti, visto che per la maggiore è sinonimo di “condizione sfigata di chi muore dietro a una/o ma lei/lui non gliela/o darà mai”, che è un’altra cosa rispetto a quanto alludesse quel perditempo di Platone.

[Peroratio] Per non essere tacciato di oscurantismo, men che meno di voler confutare l’avversario senza dar testo delle loro affermazioni, rendo compartecipi coloro che hanno avuto la bontà d’animo di seguire queste inoppugnabili mie tesi di verificare de visu et de facto:

https://www.change.org/it/petizioni/ministero-dell-istruzione-miur-appello-in-difesa-della-filosofia-nei-licei

vel

http://www.change.org/it/petizioni/ministero-dell-istruzione-miur-appello-in-difesa-della-filosofia-nei-licei?share_id=DarluUYGYC&utm_campaign=autopublish&utm_medium=facebook&utm_source=share_petition

 

 

L’immagine è estrapolata da  http://picus.sns.it/

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: