Ignorante con Stile
Ironia: vaccino senza controindicazioni

Il calar del sole sugli studi umanistici


Alcuni giorni fa La rivista il mulino ha descritto la situazione poco rassicurante degli studi umanistici, sulla base delle mancate sostituzioni dei docenti universitari andati in pensione o datisi alla geoponica nell’ultimo decennio. Talvolta segue pure il farisaico dispiacere per la deplorevole fine, all’apparenza inevitabile....

Cognome doppio: una vittoria sulla nobiltà


Il doppio cognome nell’immaginario di un po’ tutti è sinonimo di aristocrazia. Per nulla desueto: a detta di alcuni torna perfino utile sul libretto universitario, presentandosi all’esame dopo l’appello. Inoltre risulta di piacevole impatto sonoro, grazie alla musicalità della dichiarazione prolungata, tanto da dispiacertene all’idea...

La prima cotta, disvelata dopo 30 anni


Una cotta – probabilmente anche più d’una – l’abbiamo avuta tutti nella vita. Il fatto è che non sempre a questa segue un riscontro: capita… quando uno se la tiene per sé, o qualora entrambi non possiedano facoltà telepatiche. A me accadde alle superiori, allorché...

In un castello meglio cortigiana. Etera in biblioteca


L’archivio storico di cui indegnamente mi occupo condivide gli spazi con una biblioteca, all’interno di un castello medievale. Ebbene, di recente una mano misteriosa ha lasciato segno della propria intraprendenza su una lastra in pietra che funge da ripiano all’ingresso della scalinata, nel loggiato interno. Di...

La rissa dei sacchetti biodegradabili


Può accadere di osservare una rissa in piazza, al bar, tra le balconate di un palazzo o su un treno, oppure sul web. Una litigata tra sconosciuti, sotto gli occhi di tutti, o l’astiosità urlata ai quattro venti. Ci si ritrova nel ruolo imprevisto di spettatori....

Incrocio le dita e confido nella fortuna


Non faccio troppo affidamento sulla fortuna come non credo nella sfortuna, ma talvolta pare che i gesti scaramantici siano necessari, per quanto assurdo. Mi è capitato di dover spedire un modesto pacco: conteneva un libro per un caro amico. Ho preparato l’involucro con la classica...

La più breve amicizia della mia vita


Amicizia: da tempo vorrei scriverne, pur sapendo che non sarò né il primo né l’ultimo, ma trattandosi di un argomento impegnativo continuo a posticiparlo. Sta di fatto che stamattina mi sentivo piuttosto nervoso. Domani mi toccherà un’operazione, programmata da tempo, che mi preoccupa non tanto...

L’utilità del presepe nel disvelare gli arcani


Il presepe è uno strumento impareggiabile per insegnare ai pargoli una marea di concetti preziosi per un’esistenza serena e proficua. Su Avvenire Davide Rondoni ne pone l’accento come racconto, anziché come simbolo da brandire all’occorrenza. Da un punto di vista differente, ho un mio personale...

L’erba voglio non cresce neanche nel giardino del re


Il re è tornato in Italia: è venuto a stare a trenta chilometri da dove abito. Un po’ più vicino e magari sarebbe salito il valore degli immobili. Chi l’avrebbe mai detto? La sorte sa essere beffarda: è fuggito a suo tempo dal Bel Paese...

L’alba di un nuovo giorno, ovvero le DAT


Il sole stava sorgendo dietro le Alpi innevate. La foto l’ho scattata all’alba, dalla finestra di una stanza d’ospedale. Per tutta la notte, insonne, ho atteso la luce del giorno, nella speranza che portasse un po’ di conforto. Un sabato travagliato, convulso, sofferto, una settimana...