Ignorante con Stile
Ironia: vaccino senza controindicazioni

“Lentamente muore chi diventa schiavo dell’abitudine, ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi…”


Mi è venuto in mente l’inizio di una celebre poesia di Martha Medeiros, l’altro pomeriggio. Perché per andare al lavoro o per fare due passi percorro da sempre lo stesso, medesimo, identico tragitto. L’abitudine consolidata aveva assuefatto il piacere del godere di un certo panorama,...

La poesia vissuta


Sabato scorso, una settimana fa quindi, sono stato alla presentazione di un libro. Difficile a credersi ma non mi è accaduto neppure per caso, ci sono andato apposta. Avveniva addirittura in una libreria, e già questo mi piaceva. Le presentazioni di libri in caffetteria sono...

Ci provo…


Un amico mi ha invitato a scrivere un romanzo. Sostiene che il blog sia sprecato, e anziché conferire un piglio serioso agli articoli meglio una storia elaborata, che potrebbe rivelarsi un’alternativa interessante. Un ben altro paio di maniche. Ci vuole inventiva, stile, capacità letterarie. Cambia pure la finalità...

5 giorni per prenotare l’Inferno. In vita o nell’aldilà, dipende dalla scelta.


L’annuncio è di questi giorni e riguarda una larga fetta della progenie d’Adamo e di Eva. Innanzitutto il variegato universo femminile. A sommi capi sono meno coinvolte soltanto le donne lavoratrici con stipendi di tutto rispetto; le mogli che hanno avuto il buon senso di...

LA CROCE, nomen omen


Il n°1 non potevo perdermelo! In buona parte delle terre ancora vergini nella provincia in cui mi godo l’esilio in questa valle di lacrime non è arrivato. Però ho prestato ascolto al sibilo della mia coscienza, memore di aver letto o sul calendario di frate...

Scegliere un’identità: il dilemma dell’europeo medio.


Davanti al gesto di lasciare le carte d’identità sull’auto da parte degli attentatori a Parigi si sono spese più parole di quelle che meriterebbe investire per interpretare le centurie di Nostradamus. Non ho l’ardire di aggiungere altro e men che meno di incrementare il complottismo:...

Non si finisce mai d’imparare


Era il 1989 quando Cardon disegnò per le Canard enchaîné queste due vignette, che giusto tre anni fa vennero riproposte in una raccolta di illustrazioni curata da Jacques Lamalle et Patrick Lestrohan: Le XXe siècle en 2000 dessins de presse. Seicento pagine con le più...

Punti di vista… oui c’est ça.


L’illustrazione di Lucille Clerc mi pare che rappresenti al meglio ciò che dovrebbe generare – il condizionale è d’obbligo – l’esito efferato di ieri. È un contributo costruttivo, uno tra molti. Rammarica constatare che si debbano attendere occasioni così traumatiche per assistere a tanta profusione...

… ma che barba!


Ci sono mete che bramerei tanto raggiungere. Senza pretendere di piantare la bandiera sulla cima del Parnaso mi accontenterei – ad esempio – di essere totalmente distaccato dalle opinioni altrui. A parole pare facile ma, di fatto, almeno per me esiste sempre un margine di...

Modesta riflessione sulla doppia faccia


. . . Nell’aulica sala del consiglio della mia città ci sono quattro grosse tele. Sebbene annerite dalla polvere e dal tempo si conservano tutto sommato ancora bene, almeno in considerazione di quanto devono aver sentito in quell’ambiente nei secoli passati. Si tratta di accidenti...