Ignorante con Stile
Ironia: vaccino senza controindicazioni

Quattro gatti e Silvio Pellico


Quattro gatti o poco di più. Questi eravamo domenica scorsa. Vivaddio. Sono arrivato a Saluzzo, affascinante cittadina medievale sotto le pendici del Monviso, nel primo pomeriggio. L’appuntamento era più tardi, presso una spaziosa tettoia in una piazzetta limitrofa alla via centrale. I miei amici ed io...

La bella lavanderina…


Nel torinese la proposta dell’amministrazione di Borgaro di inserire un autobus aggiuntivo apposta per i rom eliminando la fermata di linea consueta vicino al loro campo, oltre ad essere una decisione assai intelligente – una mosca bianca di questi tempi, nevvero? – ha il merito...

Carta e penna: oggi si fa il tema!


La notizia del tema in classe con il quale si richiedeva agli imberbi alunni chi avrebbero ucciso per primo, se la mamma, il papà o il fratellino, mi ha lasciato sconcertato. Ma si fanno ancora i temi in classe? Da restare allibiti! Pensavo fosse una...

L’ebola in casa!


Non si può sapere tutto, è evidente a tutti. Tranne ai commentatori seriali su facebook, ovvio. Di solito si ha un atteggiamento ambivalente davanti a ciò che non si conosce oppure non si capisce: o si tace per evitare strafalcioni o ci si documenta per...

… se solo potesse farsi capire.


Corre spensierata nella campagna, in questo pomeriggio assolato. Una giornata mite di un autunno davvero piacevole. Fino a che non sente uno sparo. Dev’esserci un cacciatore nei dintorni. Il mio cane è fatto così: allegra, spensierata, affettuosa. Basta un colpo però per terrorizzarla: coda tra la gambe,...

I giovani di destra e il giovane favoloso… come i cavoli a merenda.


I leghisti nostrani sono andati tutti a Milano: viaggio organizzato con scrupolo e con efficienza lodevole. Accade come per le persone care che si assentano per un po’ e, pur sapendo che torneranno, già ci mancano. Incrociamo le dita, nella speranza che non ci prendano...

«Voglio la mamma». Ma l’erba voglio non cresce neppure nel giardino del re.


Sul giornale che ha la compiacenza di farmi scrivere settimanalmente per mostrare al mondo che i giornalisti sono un’altra cosa, ho fatto il resoconto della venuta di Adinolfi nella mia città. Sarei andato a sentirlo anche senza l’incarico di redigere l’articolo e ciò dà la...

Attenti… lui ti vede!


Le dita nel naso non si mettono. È un gesto di maleducazione conclamata, quasi come il chiederti di pagare al tavolino di un bar dove sei cliente da una vita, anziché alla cassa quando ti alzerai. Eppure la sottile suadente piacevole tentazione di rovistare di...

In piedi è snervante. Seduti ci si rilassa e si ragiona meglio.


Le sentinelle in piedi da adesso, almeno dalle mie parti, dovranno subire la concorrenza. Si tratta delle sentinelle sedute. Di solito ci immaginiamo che una sentinella rispettabile stia in piedi. Deve vigilare: contro il nemico, l’invasore, l’assediante, la spia. Una sentinella seduta parrebbe un ossimoro....

Tanto amore in piazza come non s’è mai visto


Le sentinelle in piedi, ovvero quei cattolici che protestano contro ipotetiche, utopiche e irrealizzabili nozze tra persone del medesimo sesso, nonché altre amenità da loro considerate contro natura, sono un fenomeno che suscita la mia curiosità, lo ammetto. Non ho nulla contro di loro: se...