Ignorante con Stile
Ironia: vaccino senza controindicazioni


Tag: discriminazione


Mandar giù il rospo: un’esperienza che lascia il segno


Il rospo da ingoiare è un riferimento poco felice – devo ammetterlo – perché la povera bestiola merita una vita dignitosa. Pure l’uso del verbo lascia a desiderare – in effetti – però come metafora rendono l’idea di quanto penoso sia ingerire qualcosa di poco...

«Dagli ai bulli, dagli ai bulli»


I bulli che hanno inveito contro il professore sono stati oggetto di varie conversazioni con amici in questi giorni. E se ne è scritto anche molto. Pure a me è capitato di farmi un’idea, per quanto bislacca e meno seria di ciò che le persone...

L’ osteria dove la Crusca non è nel piatto


C’è un’ osteria nella quale la Crusca sembrerebbe esser di casa, ma più che la farina integrale nelle pietanze, è l’altra, l’accademica, ad aleggiare nella cucina tra lavelli e rubinetti. Ho letto un annuncio, anzi, gli annunci, del gestore di un locale in una vallata...

Non c’è rosa senza spine


È accaduto oggi. Ironia della sorte proprio nella giornata in cui Doc e Marty avrebbero dovuto ritrovarsi al termine del loro viaggio, ovvero in un futuro ben diverso da quello di decenni e decenni fa. Beh, qualora fossero finiti nella mia città sarebbe toccato loro ricredersi,...

Ci provo…


Un amico mi ha invitato a scrivere un romanzo. Sostiene che il blog sia sprecato, e anziché conferire un piglio serioso agli articoli meglio una storia elaborata, che potrebbe rivelarsi un’alternativa interessante. Un ben altro paio di maniche. Ci vuole inventiva, stile, capacità letterarie. Cambia pure la finalità...

Quattro gatti e Silvio Pellico


Quattro gatti o poco di più. Questi eravamo domenica scorsa. Vivaddio. Sono arrivato a Saluzzo, affascinante cittadina medievale sotto le pendici del Monviso, nel primo pomeriggio. L’appuntamento era più tardi, presso una spaziosa tettoia in una piazzetta limitrofa alla via centrale. I miei amici ed io...

L’ebola in casa!


Non si può sapere tutto, è evidente a tutti. Tranne ai commentatori seriali su facebook, ovvio. Di solito si ha un atteggiamento ambivalente davanti a ciò che non si conosce oppure non si capisce: o si tace per evitare strafalcioni o ci si documenta per...

«Voglio la mamma». Ma l’erba voglio non cresce neppure nel giardino del re.


Sul giornale che ha la compiacenza di farmi scrivere settimanalmente per mostrare al mondo che i giornalisti sono un’altra cosa, ho fatto il resoconto della venuta di Adinolfi nella mia città. Sarei andato a sentirlo anche senza l’incarico di redigere l’articolo e ciò dà la...

Donna pelosa, donna virtuosa


  Un esponente della Destra nazionale si sta preoccupando per la potenziale distribuzione di una bambola raffigurante l’ormai celebre trans Concita Wurst. Non ci sono altre impellenze oggidì quindi ci si può permettere il lusso di affrontare questioni meno vitali ma comunque degne di attenzione....

“Hai da accendere?”


    Abito in una città che come fiore all’occhiello vanta un castello medievale e un’ampia piazza circostante. Però, secondo l’inveterato principio per cui non può esistere la perfezione in questo mondo perché entrerebbe in conflitto con quella divina inficiandone l’esclusiva, accade che questa meraviglia...