Ignorante con Stile
Ironia: vaccino senza controindicazioni


Tag: social network


Privacy: non è (solo) Facebook il pericolo


Facebook è come la suocera: se ne può dire di tutto un po’, nel bene e nel male. È diventato un ricettacolo di dinosauri; con le fake new fa concorrenza sleale alle discariche; più che aggregare serve da sfogo per i nevrastenici; anestetizza la mente;...

La più breve amicizia della mia vita


Amicizia: da tempo vorrei scriverne, pur sapendo che non sarò né il primo né l’ultimo, ma trattandosi di un argomento impegnativo continuo a posticiparlo. Sta di fatto che stamattina mi sentivo piuttosto nervoso. Domani mi toccherà un’operazione, programmata da tempo, che mi preoccupa non tanto...

I like mai nati e le occasioni mancate


Il like – ovvero «mi piace» – una funzione tipica dei social network, è oggetto di un interessante articolo di Riccardo Scandellari su skande. L’autore ha il merito di considerarlo anche dal versante di chi lo lascia, sottolineando il valore che diamo a un contenuto, a...

Essere o apparire? Questo il dilemma!


Di apparire oggi se ne sente una gran necessità, ben oltre l’amletico «essere o non essere». Non mi riferisco alla santa Vergine, che ad apparire pare abbia sempre meno intenzione, non fosse per la difficoltà di trovare interlocutori in giovane età dall’animo semplice, con i...

Verità per verità: i messaggi rivelatori


Avevo promesso nel precedente articolo di pubblicare i messaggi arrivati in forma anonima su Sarahah, e quindi adesso adempio all’impegno. L’applicazione presupponeva di farlo di volta in volta sui social, così da pubblicizzare il proprio account e, nel contempo, invitare i riottosi all’emulazione. Visto il...

“Lo faccio anonimo”. Sarahah, l’alternativa per trovar piacere da sé.


Sarahah è l’applicazione con la quale qualsivoglia sconosciuto può inviare messaggi del tutto anonimi. L’avevo installata alcune settimana fa, folgorato dall’inatteso successo sul web. Ritenevo opportuno provarla per averne una giusta cognizione. Certo, non è che per forza si debba sempre sperimentare ciò che stimola...

Una nuova piaga sociale: l’ignorante fiero di esserlo


Ci casco ancora, ogni tanto. Eppure me lo ripeto ogni volta che accedo sui social, alla stregua di un monito: «non commentare… non commentare… non commentare». Volontà di marzapane. Mi riferisco alle risposte da dare a chi dona perle di saggezza all’umanità tutta: la quintessenza...

Galateo 2.0: come riconoscerlo su fb con un click o poco più


Galateo, ovvero l’opportunità migliore per smarcarci dalla lontana parentela con gli animali. Questione di scelte: si può benissimo essere orgogliosi di mostrare quanto ci piaccia lo stato di natura o l’affinità con i progenitori cavernicoli, ma siccome viviamo in una società civile non lamentiamoci poi...

Lavoro e istruzione: università della vita


  Chiunque faccia un giro sui social può imbattersi nell’ università della vita: un attributo blasonato che Facebook consente d’inserire sul proprio profilo se si è troppo modesti per scrivere Cambridge, Harvard, Oxford o Camerino. Un modo, altresì, per palesare la tanto lodevole quanto rara inclinazione all’autoironia....

Una fotografia vintage: sfida accettata


L’iniziativa di pubblicare la propria fotografia “d’un tempo che fu” sui social sta spopolando nel Bel Paese con il consueto successo che riscontrano le eroiche imprese virtuali. La proposta nasce oltreconfine e nelle intenzioni dei creatori voleva sensibilizzare i naviganti sulle problematiche del cancro. Il fatto...