Ignorante con Stile
Ironia: vaccino senza controindicazioni

Il risultato politico il giorno dopo


Adesso che l’ignoranza è sdoganata mi chiedo quanto sia profondo il fondo che di qui a poco si andrà a toccare.

M’incuriosisce.

Pure prima in parlamento non ci eravamo fatti mancare cultori dell’ignoranza, sebbene sporadici, ma nei prossimi giorni a Montecitorio essa verrà istituzionalizzata, tanto che poggiare le proprie, esimie natiche sulle stesse poltrone già di onorevoli padri della patria non sarà più una pura casualità: a qualcuno tra i tanti accadrà di certo! Un onore e un onere aggiuntivo, sempre ammesso che la prospettiva tocchi l’animo dei nuovi deputati, tutti presi nelle magnifiche sorti e progressive.

Bene, l’idea che studiare serva a qualcosa è definitivamente estirpata: a me è bastato scorrere tra i nomi e vedere chi – giovine di belle speranze – dalle mie parti andrà a Roma per rappresentare fiduciosi elettori un tempo figli della leggendaria Padania, per capire che l’istruzione seria, approfondita e competente sparirà alla stregua delle eresie, della peste bubbonica e dei comunisti.

Deo gratias!

Di bello c’è che in una prossima società improntata a siffatti ideali identitari non occorrerà nemmeno adottare un gergo criptato, per comunicare tra eterodossi: basterà uno stralcio di poesia da scuola superiore. L’autore non lo cito tanto è noto a chiunque: ci han fatto un film.

E tu, lenta ginestra,

Che di selve odorate

Queste campagne dispogliate adorni,

Anche tu presto alla crudel possanza

Soccomberai del sotterraneo foco,

Che ritornando al loco

Già noto, stenderà l’avaro lembo

Su tue molli foreste. E piegherai

Sotto il fascio mortal non renitente

Il tuo capo innocente:

Ma non piegato insino allora indarno

Codardamente supplicando innanzi

Al futuro oppressor; ma non eretto

Con forsennato orgoglio inver le stelle,

Nè sul deserto, dove

E la sede e i natali

Non per voler ma per fortuna avesti;

Ma più saggia, ma tanto

Meno inferma dell’uom, quanto le frali

Tue stirpi non credesti

O dal fato o da te fatte immortali.

politico

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: